Federico Vanga, tra Chiesa e Impero

Federico Vanga (1207-1218) fu una delle personalità più autorevoli del Medioevo trentino. 

Durante il suo episcopato, il Principato vescovile fu caratterizzato da un periodo di particolare splendore: Federico consolidò il potere vescovile; incrementò l'economia; si interessò di urbanistica; intervenne nel settore edilizio, promuovendo la ricostruzione del Castelletto e dando avvio ai lavori della nuova cattedrale; commissionò importanti opere d'arte suntuaria. Il percorso intende approfondire la conoscenza di questo importante personaggio, nel suo duplice ruolo di principe e vescovo.

 

Come: gli studenti prenderanno in esame anzitutto la nota biografica riferita a Federico Vanga inserita nel Dittico Udalriciano. Prendendo spunto dalle informazioni fornite dal testo, si accennerà alle iniziative edilizie promosse da Federico, con particolare riferimento alla cattedrale di San Vigilio. Ci si trasferirà quindi nella saletta, aperta di recente, dove è esposta l'epigrafe funeraria di Adamo d'Arogno che indica nell'ultimo giorno di febbraio del 1212 la posa della prima pietra del nuovo edificio. Successivamente verranno prese in esame le opere riferibili alla sua committenza: l'analisi delle preziose suppellettili permetterà di individuare nel Vanga uno dei committenti più importanti nel quadro europeo del primo decennio del XIII secolo. Particolare attenzione sarà riservata al prezioso e raro altare portatile che testimonia una consuetudine legata alla vita itinerante condotta in epoca medievale da nobili ed ecclesiastici.

 

Per chi: scuola secondaria di I e II grado

 

Quando: durante l'intero anno scolastico

 

Aree di apprendimento: italiano, storia, arte e immagine, religione cattolica

 

Prerequisiti:

- conoscere gli elementi costitutivi dell'epoca medievale, con particolare attenzione alla nascita del principato vescovile di Trento

- saper interrogare e ricavare informazioni pertinenti dalle fonti esaminate

 

Obiettivi:

- conoscere la figura di Federico Vanga e le principali iniziative promosse durante il suo episcopato

- conoscere il suo ruolo di raffinato e colto committente di opere d'arte

- utilizzare i procedimenti del metodo storiografico e il lavoro su fonti per compiere semplici operazioni di ricerca storica

- potenziare le competenze specifiche nella lettura di un documento figurativo

- stimolare la capacità analitica degli studenti

 

Durata: 2.00 circa