Francesco Verla

Madonna con Gesù Bambino in trono e santi
1515
La pala fu commissionata da Girolamo Stellimauro, personaggio di spicco dell'entourage della corte clesiana, medico e letterato originario di Brez, autore della Storia della Guerra Rustica, l'insurrezione contadina del 1525 che sconvolse il principato tridentino, minacciando seriamente il potere vescovile. Realizzata per onorare la memoria del figlio Antonio, prematuramente scomparso, l'opera fu dipinta dal vicentino Francesco Verla, un pittore che ebbe un ruolo decisivo nel passaggio dalla stagione figurativa tardogotica a quella rinascimentale nella Valle dell'Adige. La composizione si ispira per molti aspetti ai modelli di Pietro Perugino, che il Verla poté conoscere in occasione del suo lungo soggiorno nell'Italia centrale.

Trento, Museo Diocesano Tridentino, inv. 4025

olio su tela; cm 180 x 119,5

provenienza: Trento, cattedrale di San Vigilio


L'opera è attualmente in restauro.