Io per te sono l’altro

Chi è l’altro? E cosa succede quando l’altro siamo noi?
Il percorso affronta con leggerezza, senza però rinunciare all’approfondimento e alla riflessione, un tema oggi molto attuale ma spesso di difficile trattazione, ovvero il rapporto con ‘l’altro da sé’. In questo percorso i partecipanti si troveranno nella posizione più scomoda, quella dello straniero, sperimentando su se stessi il peso dei troppi pregiudizi e stereotipi che spesso caratterizzano l’incontro con l’altro.

Come: gli insegnanti dovranno far credere agli studenti che l’obiettivo del percorso è l’incontro con la direttrice per conoscere il dietro le quinte di un museo. In realtà i ragazzi saranno accolti da un attore che impersonerà un bizzarro custode incaricato di verificare se i partecipanti hanno i requisiti richiesti per essere ricevuti. Per incontrare la direttrice, gli studenti verranno sottoposti ad una sorta di esame che li porrà in una condizione analoga a quella dello straniero che chiede di essere accolto nel Paese in cui ha scelto di trasferirsi. Superata questa prova e in attesa di essere ricevuti, per intrattenerli il custode li condurrà nelle sale del museo. Prendendo spunto da una selezione di opere che evocano viaggi, incontri con luoghi e culture diverse, apertura o diffidenza nei confronti dell’altro, l’attore imbastirà racconti nei quali gli studenti saranno coinvolti, impersonando alcune figure della narrazione.

NB. Il percorso sarà attivato a partire dal mese di gennaio 2018.