La basilica di San Vigilio, da edificio cimiteriale a cattedrale cittadina

Di fronte ai resti dell'antica basilica vigiliana sono molte le domande che sorgono: quando e perché fu edificata? Come si rapportava alla Porta Veronensis?

Qual era la funzione di questo importante luogo di culto, eretto al di fuori della cinta muraria? Qual era invece il ruolo dell'ecclesia? La creazione di questi due poli religiosi ebbe qualche ripercussione sulla Tridentum romana? Il percorso cercherà di rispondere a questi interrogativi, anche alla luce di quanto emerso dallo scavo archeologico condotto nel sottosuolo della chiesa di Santa Maria Maggiore.

 

Come: per comprendere meglio l'ubicazione extra moenia della basilica paleocristiana, la classe visiterà anzitutto la Porta Veronensis. Ci si trasferirà quindi in aula didattica dove si effettuerà un'esercitazione grafica finalizzata ad individuare le modifiche impresse in epoca paleocristiana alla struttura viaria della città con la creazione dell'ecclesia e della basilica cimiteriale. Sarà quindi effettuato un sopralluogo all'antica basilica dove, tramite l'interrogazione guidata dei reperti, si ricostruirà la genesi dell'edificio, sviluppatosi attorno alla sepoltura del patrono di Trento. Per comprenderne meglio le fasi costruttive, si procederà all'osservazione critica delle ricostruzioni virtuali dell'antico monumento. Verranno infine individuati i punti di contatto con il cantiere dell'ecclesia, evidenti soprattutto nella produzione lapidea e musiva.

 

Per chi: V anno della scuola primaria; scuola secondaria di I e II grado

 

Periodo di svolgimento: durante l'intero anno scolastico.

 

Aree di apprendimento: italiano, storia, geografia, arte e immagine, religione cattolica

 

Prerequisiti:

- conoscere i principali elementi costitutivi della romanizzazione e cristianizzazione del Trentino

- saper utilizzare fonti topografiche

- saper interrogare e ricavare informazioni pertinenti dalle fonti

- saper rilevare e formulare problemi relativi a fenomeni storici

 

Obiettivi:

- approfondire la conoscenza di alcuni aspetti di storia locale riferiti all'epoca tardo romana e alla cristianizzazione del Trentino

- operare la contestualizzazione del sito archeologico della Basilica paleocristiana nel relativo ambito storico, artistico e territoriale

- stabilire una connessione tra lo sviluppo urbanistico della città e l'erezione o trasformazione dei luoghi di culto cittadini

- utilizzare i procedimenti del metodo storiografico e il lavoro su fonti per compiere semplici operazioni di ricerca storica

- potenziare la capacità analitica degli studenti

 

Durata: 2.00 circa

 

Avvertenze: l'accesso alla Basilica potrà subire modifiche in base alle esigenze liturgiche