Leggere le immagini. Nuove lezioni di iconografia

Nuova edizione! Dal 5 novembre 2018 alle 17.30

Dopo il successo della prima edizione, torna a partire dal 5 novembre il corso Leggere le immagini. Articolato in quattro diversi incontri, il corso si propone di approfondire alcuni temi iconografici di grande interesse - sia di ambito sacro, sia profano - mettendone in luce origine e trasformazioni. I temi analizzati in ogni lezione sono stati scelti con molta cura al fine di offrire una panoramica varia e articolata delle possibili applicazioni della lettura iconografica alle opere d'arte.

Il corso costituisce l'ideale prosecuzione della prima edizione tenutasi nei mesi di febbraio e marzo 2018, ma può essere frequentato da tutti ed è rivolto ad un pubblico di adulti non specialisti della materia. I docenti sono sempre Domizio Cattoi e Lorenza Liandru dello staff del Museo Diocesano Tridentino, Alessandra Galizzi Kroegel, docente di Museologia e Storia della critica d’arte all'Università degli Studi di Trento e Maddalena Ferrari, storica dell'arte.

Il primo incontro è fissato per lunedì 5 novembre 2018 alle 17.30. Per partecipare al corso è necessario iscriversi entro mercoledì 31 ottobre 2018 telefonando ai Servizi educativi del Museo Diocesano Tridentino al numero 0461-234419. È possibile iscriversi a tutto il corso o alle singole lezioni. Alla fine del corso verrà rilasciato da parte del Museo Diocesano Tridentino un attestato di partecipazione. Il corso verrà attivato se si raggiungerà un numero minimo di otto iscritti.
 

PROGRAMMA


Lunedì 5 novembre, ore 17.30
Rappresentare l'invisibile. Resurrezione e dintorni
Domizio Cattoi
L’evento della Risurrezione di Cristo non è fissato, dal punto di vista narrativo, in nessuno dei Vangeli Canonici: conosciamo i fatti per via indiretta, attraverso la voce dei testimoni che scoprono il sepolcro vuoto di Gesù e ricevono l'annuncio da parte dell'angelo. Eppure fin dai primi secoli dell'era cristiana gli artisti hanno cercato di tradurre in immagine quest'evento straordinario. Le soluzioni via via adottate nel corso dei secoli oscillano fra interpretazioni simboliche e rappresentazioni più concrete e narrative; nel tempo si sviluppano inoltre nuove tipologie iconografiche nate dalla riflessione teologica.

Lunedì 12 novembre, ore 17.30
Immagini d'infedeltà. L'altro nell'iconografia cristiana
Lorenza Liandru
L'incontro sarà dedicato all'analisi degli stereotipi visivi che l’occidente cristiano utilizzò per raffigurare, nelle opere d'arte di varie epoche, l’alterità religiosa e gli oppositori della fede, in particolare ebrei, musulmani ed eretici. In tale prospettiva, le fonti iconografiche considerate rappresentano importanti testimonianze in merito ai rapporti con l’«altro» da sé, con ciò che non era assimilabile e riconducibile al proprio catalogo normativo, etico e sociale, quindi ai cambiamenti che tali relazioni subirono nel corso dei secoli.

Lunedì 19 novembre, ore 17.30
Nascite strane, bizzarre e miracolose
Maddalena Ferrari
Il tema della nascita attraversa come un filo rosso tutta la storia dell'arte e numerose sono le occasioni in cui questa fase così peculiare della vita è stata raffigurata in un'immagine, sia essa dipinta, scolpita o incisa. In questo incontro saranno analizzate opere d'arte di epoche differenti che narrano sia di nascite illustri e speciali della storia sacra (la Natività di Gesù, di Maria, di Giovanni Battista, dei santi) sia di nascite profane altrettanto singolari.

Lunedì 26 novembre, ore 17.30
Alcuni misteri pagani del Rinascimento: il caso di Johannes Hispanus
Alessandra Galizzi Kroegel
La conferenza analizzerà alcuni dipinti di soggetto pagano, e più in generale profano, attribuiti a Johannes Hispanus, un artista operante a cavallo fra Quattro e Cinquecento ˗ prima a Firenze, poi nell’Italia settentrionale, e infine alle Marche ˗ la cui affascinante carriera è stata faticosamente ricostruita negli ultimi decenni, ed è tuttora oggetto di ipotesi e speculazioni. I “misteri pagani” che sinora sono stati attribuiti all’Hispanus sono effettivamente molto enigmatici: per ognuno di essi si proporrà un’interpretazione basata sulle fonti letterarie e iconografiche che, con tutta probabilità, ne fornirono l’ispirazione.

 

INFORMAZIONI

Sede: Museo Diocesano Tridentino (Piazza Duomo 18, Trento)

Numero di incontri: 4 lezioni di un'ora e mezza ciascuna

Orario: dalle 17.30 alle 19.00 i lunedì 05/11, 12/11, 19/11, 26/11

Costo: € 40,00 per tutto il corso; € 12 per ogni singola lezione. Per i possessori della tessera-abbonamento annuale del Museo il costo dell'intero corso è di € 36,00 e della singola lezione di € 10.