L’eredità della nobile famiglia Lodron, fra identità e memoria

Percorso attivo presso la sede del Museo Diocesano di Villa Lagarina
Un museo non è soltanto un’istituzione preposta alla conservazione e alla tutela del patrimonio culturale. Esso rappresenta uno strumento per creare o consolidare un legame con la comunità di riferimento, costruire (o ritrovare) la propria identità storica, artistica e culturale. Il percorso intende offrire ai bambini l’occasione di avvicinarsi in maniera ludica al patrimonio storico artistico custodito nella sede staccata di Villa Lagarina, stimolando al contempo nelle giovani generazioni un percorso formativo in chiave di educazione alla cittadinanza attiva e responsabile.

Come: un breve gioco enigmistico a squadre introdurrà alcune parole chiave particolarmente significative per cominciare a riflettere sui concetti di identità e memoria, allargando l’ambito semantico dei due termini da una dimensione individuale ad una più ampia. Un secondo gioco stimolerà la classe ad esplorare le opere esposte in museo, donate nei secoli alla chiesa di Santa Maria Assunta dal nobile casato e affidate in eredità alle generazioni future. Sarà l’occasione per fare la conoscenza di alcuni membri dell’illustre famiglia Lodron e comprenderne il ruolo, sia dal punto di vista storico che della committenza artistica. L’ultima parte del percorso sarà dedicata ad una riflessione di gruppo sul significato del termine ‘patrimonio culturale’ e sul ruolo che ciascuno di noi deve svolgere per conservarlo e trasmetterlo.