Manifattura italiana

Pianeta rossa in damasco broccato
1710-1720

La pianeta è una veste liturgica aperta lungo i fianchi, indossata da tutto il clero che celebra la messa. Secondo l’occasione e il carattere del giorno, la liturgia prescrive l'utilizzo di un diverso colore per i paramenti sacri dell’altare e del celebrante. I colori principali sono quattro: bianco, verde, rosso e viola, a cui si aggiungono i due colori facoltativi rosa e nero. Ciascun colore indica visivamente il tempo liturgico in corso o la festa che si sta celebrando. Il bianco viene indossato in occasione delle festività del Signore e della Madonna; il rosso per lo Spirito Santo ed i Martiri; il viola per la Quaresima e l’Avvento; il nero per il Venerdì Santo e per i Defunti. Per particolari festività si prescriveva, al posto del viola, l’uso del colore rosa.

Questa pianeta è stata confezionata utilizzando uno splendido tessuto di inizio Settecento riconducibile allo stile che i critici hanno definito 'bizarre', una tendenza decorativa che adotta estrose soluzioni ornamentali con elementi fantastici accostati ad altri di natura esotica.

Ricercata è anche la scelta cromatica del tessuto, di grande impatto visivo, con motivi di controfondo monocromi, a contrasto lucido-opaco. Questi effetti di disegno sono caratteristici del damasco, un tessuto operato ottenuto da una sola armatura ( ) che produce sia il fondo, sia il disegno, sfruttandone il dritto lucido e il rovescio opaco.

damasco broccato; cm 109 x 66
Trento, Museo Diocesano Tridentino, inv. 4260
proveninenza non accertata