Preziosi altari... con le ali

Fra il XV e la prima metà del XVI secolo, grazie alla presenza di una vivace comunità di lingua tedesca, si diffusero nella nostra regione i cosiddetti Flügelaltäre altari lignei a portelle mobili.

Queste complesse macchine scenografiche, realizzate da botteghe specializzate nella produzione di tali manufatti, richiedevano un'articolata organizzazione dal punto di vista tecnico e imprenditoriale. L'analisi degli altari a portelle esposti in museo consentirà agli studenti di scoprire i segreti della tecnica scultorea e della doratura a foglia d'oro.

Come: si procederà alla lettura degli altari, sia per quanto riguarda la struttura nei suoi elementi (scrigno, battenti, predella...), sia in riferimento al loro utilizzo e alle immagini che tradizionalmente li arricchivano. Successivamente, con l'aiuto di materiali didattici appositamente predisposti, sarà presa in esame la tecnica della pittura e doratura su legno. La successiva attività laboratoriale permetterà agli alunni di sperimentare in maniera semplificata quanto appreso.

 

Per chi: scuola secondaria di I e II grado

 

Quando: durante l'intero anno scolastico

 

Aree di apprendimento: italiano, geografia, tedesco, arte e immagine, religione cattolica

 

Prerequisiti:

- saper osservare e descrivere diverse tipologie di opere

- saper interrogare e ricavare informazioni pertinenti dalle fonti

- saper riconoscere in un testo le parole chiave relative ad un'informazione data

- saper rielaborare le informazioni raccolte attraverso tabelle e schemi

 

Obiettivi:

- stimolare la capacità analitica dei ragazzi

- conoscere i Flügelaltäre quali particolare tipologia di altari

- approfondire la tecnica della scultura lignea, della pittura e doratura su tavola

- implementare il repertorio lessicale con termini specifici dei linguaggi disciplinari

- problematizzare i principali aspetti di musealizzazione e conservazione di un manufatto ligneo

 

Durata: 2.30 ore circa

 

Avvertenze: per una riuscita ottimale del percorso è necessaria la partecipazione attiva dei docenti presenti.